Quantcast

About Meditation? Per essere consapevole, devo fare uno sforzo?

Per essere consapevole, devo fare uno sforzo?

<< Back

Non è questione di fare uno sforzo per essere consapevoli. Se fai uno sforzo per essere consapevole, creerai tensione dentro di te – qualsiasi sforzo porta tensione. Se cerchi di essere consapevole, stai lottando con te stesso, ma lottare non è necessario. La consapevolezza non è il prodotto di uno sforzo: è la fragranza che nasce dal lasciarsi andare; è la fioritura dell’arrendersi, del rilassamento.

Rimani seduto in silenzio in uno stato di rilassamento, senza far nulla… e la consapevolezza inizierà ad accadere. Non che tu debba tirarla su da qualche parte, non che debba farla arrivare da qualche parte. Si riverserà su di te senza provenire da alcun posto. Scaturirà dalle tue sorgenti interiori. Devi solo rimanere seduto, in silenzio.

Posso però capire, Asker, il tuo problema. È molto difficile rimanere seduti in silenzio; i pensieri arrivano. Lasciali venire! Non lottare con i pensieri e non ti occorrerà alcuna energia. Lasciali venire – cosa puoi fare? Le nuvole vengono e le nuvole vanno; lascia che i pensieri vengano e lascia che vadano quando vogliono andarsene. Non rimanere sulle difensive, o in un atteggiamento secondo il quale i pensieri dovrebbero, o non dovrebbero, venire. Non dare giudizi. Lascia che vengano, e lascia che se ne vadano quando vogliono. Tu resta completamente vuoto. I pensieri passeranno, verranno e se ne andranno, e a poco a poco vedrai che rimarrai indifferente al loro andare e venire. Quando il loro andare e venire non ti tocca, iniziano a scomparire, a evaporare… Non grazie al tuo sforzo, ma grazie a questo stato di vuoto calmo e distaccato, al tuo stato di rilassamento.

Non dire che il rilassamento richiederà una grande energia. Come può il rilassamento richiedere grande energia? Rilassamento vuol dire proprio che non stai facendo nulla.

Seduto in silenzio,
Senza far nulla,
La primavera arriva
E l’erba cresce da sola....

Lascia che questo mantra penetri nel tuo cuore. Questa è l’essenza stessa della meditazione! Seduto in silenzio… senza far nulla… la primavera arriva… e l’erba cresce da sola… Tutto accade! Tu non devi far nulla.

Non fare della consapevolezza la tua meta, altrimenti non hai afferrato il punto. La mia definizione è molto semplice: la consapevolezza è virtù e l’inconsapevolezza è peccato.


Osho: Philosophia Perennis, Vol. 2, #4

<< Back