Quantcast

More Meditations Tecniche Passive

Tecniche Passive

Ti trovi in una situazione in cui non puoi fare le tecniche attive? Qui trovi due metodi semplici ma efficaci di meditazione passiva. E ricorda che ne puoi trovare molti altri a rotazione nelle sezioni "Meditazione della Settimana" e "Meditazioni per Persone Indaffarate".

1. Osservare il respiro
Osservare il respiro è un metodo che può essere fatto in qualunque posto e in qualunque momento, anche se hai solo qualche minuto a disposizione. Devi solo osservare come il petto o la pancia si alzano e si abbassano quando il respiro entra ed esce. Oppure prova in questo modo....

Prima fase: Osserva il respiro che entra
Chiudi gli occhi e inizia a osservare il respiro. Prima osserva l'inspirazione, dal momento in cui l'aria entra nel naso fino a che raggiunge i polmoni.

Seconda fase: Osserva la pausa che segue
Alla fine dell'inspirazione c'è una pausa, prima che inizi l'espirazione. Questa pausa ha un grande valore. Osservala.

Terza fase: Osserva il respiro che esce
Adesso osserva l'espirazione.

Quarta fase: Osserva la pausa che segue
Alla fine dell'espirazione c'è una seconda pausa: osservala. Fai queste quattro fasi due o tre volte – e ricorda di osservare il ciclo del respiro, senza cambiarlo in alcun modo. Osserva solo il ritmo naturale.

Quinta fase: Contare le inspirazioni
Adesso comincia a contare le inspirazioni – conta 1 inspirazione (senza contare le espirazioni), conta 2 ecc. fino a 10. Poi conta all'indietro da 10 a 1. Qualche volta ti dimenticherai di osservare il respiro oppure conterai oltre il 10. Allora ricomincia a contare da 1.

“Ci sono due cose che bisogna ricordare: la prima, osservare, in particolare osservare la pause in alto e in basso. L'esperienza di quelle pause sei tu, nel tuo nucleo più intimo, nel tuo essere. La seconda cosa: continua a contare, ma mai oltre il 10; poi torna a 1, e conta solo le inspirazioni.

Queste sono cose che aiutano la consapevolezza. Devi essere consapevole, altrimenti conterai le espirazioni oppure andrai oltre il 10.
Se questa meditazione ti piace, continua a farla. Ha un grandissimo valore.”

Osho

2. Quattro livelli di rilassamento
Questo metodo è particolarmente utile se sei malato perché aiuta a costruire una connessione amorevole tra te e il tuo sistema corpo/mente. In questo modo puoi prendere parte attiva al processo di guarigione.

Prima fase: Il corpo
“Ricorda tutte le volte che puoi di osservare il corpo e vedere se ci sono da qualche parte delle tensioni - nel collo, nella testa o nelle gambe.... Rilassale in modo cosciente. Vai in quella parte del corpo e parlale con amore persuadendola a rilassarsi.

Vedrai con sorpresa che se ti avvicini a una parte del tuo corpo, essa ti ascolterà e farà ciò che dici: è il tuo corpo, dopotutto! A occhi chiusi, vai all'interno del tuo corpo percorrendolo con l'immaginazione dai piedi alla testa e cercando le zone di tensione. Se ne trovi, parla a quella parte da amico, crea un dialogo tra te e il tuo corpo. Dille di rilassarsi e poi dille: 'Non c'è nulla da temere. Non aver paura. Sono qui per prendermi cura di te; puoi rilassarti'. Piano piano acquisterai questa abilità. E il corpo si rilasserà".

Seconda fase: La mente
“Poi fai un altro passo, uno un po’ più profondo, dicendo alla mente di rilassarsi. Se il corpo può ascoltarti, può farlo anche la mente, anche la mente sa ascoltare. Ma non puoi iniziare dalla mente, devi cominciare dal principio. Non puoi iniziare a metà. Tante persone iniziano con la mente e falliscono; questo perché hanno iniziato dal punto sbagliato. Bisogna fare tutto nel giusto ordine.

Se impari a rilassare il corpo quando vuoi, riuscirai ad aiutare la mente a rilassarsi quando vuole farlo. La mente è un fenomeno più complesso. Quando hai acquistato fiducia nel fatto che il corpo ti ascolterà, hai anche una nuova fiducia in te stesso. Ora persino la mente ti ascolterà. Con la mente ci vorrà un po’ più di tempo, ma accadrà".

Terza fase: Il cuore
“Quando la mente è rilassata, allora inizia a rilassare il cuore, il mondo delle tue emozioni, che è un mondo ancora più complesso, più sottile. Ora però ti muoverai con fiducia, con grande fiducia in te stesso. Ora sai che è possibile. Se è possibile con il corpo e con la mente, è possibile anche con il cuore".

Quarta fase: L'essere
“Solo quando sei passato attraverso le tre fasi precedenti, puoi passare alla quarta fase. Ora puoi andare nel nucleo più profondo del tuo essere, che è al di là del corpo, della mente e del cuore – il centro della tua esistenza.

Adesso sarai in grado di rilassare anche quello e questo rilassamento porterà la più grande delle gioie, l'estasi e l'accettazione suprema. Sarai colmo di celebrazione e di gioia. La tua vita avrà la qualità di una danza".
 

Osho, The Dhammapada: the Way of the Buddha Vol. 1 ,# 8

 

Per leggere altro su Osho e la Meditazione clicca qui