Quantcast

OSHO Times Body Dharma Problemi di denti

Problemi di denti

Ho il sospetto che tutte le volte in cui la rabbia viene repressa troppo, la gente ha problemi con i denti. I denti hanno problemi perché c’è troppa energia che non viene mai espressa. Inoltre se reprimi la rabbia, mangerai troppo; le persone arrabbiate mangeranno sempre molto, perché i loro denti hanno bisogno di esercizio. Le persone arrabbiate fumeranno molto. Le persone arrabbiate parleranno molto; possono diventare parlatori ossessivi perché le loro mascelle hanno bisogno di esercizio in modo che l’energia venga liberata almeno in parte. Le mani delle persone arrabbiate diventeranno nodose, brutte. Se l’energia fosse stata espressa, sarebbero diventate belle.

Quando reprimi qualcosa, ci sarà nel corpo una parte che corrisponderà all’emozione repressa. Se non vuoi piangere, i tuoi occhi perderanno la lucentezza perché le lacrime sono necessarie; sono un fenomeno di grande vitalità. Se ogni tanto piangi e versi lacrime – se partecipi veramente, se diventi pianto e le lacrime prendono a scorrere – i tuoi occhi diventeranno puliti, freschi, giovani e come vergini.
 

Ecco perché le donne hanno occhi così belli: sono ancora capaci di piangere. L’uomo ha perso questa bellezza perché ha la nozione erronea che un uomo non dovrebbe mai piangere. Se qualcuno, persino un bambino, piange, i genitori e gli altri diranno: “Ma che fai? Sei una femminuccia?”. Che sciocchezze: Dio ha dato sia all’uomo che alle donne le stesse ghiandole lacrimali. Se l’idea fosse stata che l’uomo non deve piangere, non ci sarebbero neppure le ghiandole. È semplice aritmetica: perché le ghiandole lacrimali esistono nella stessa proporzione nell’uomo come nella donna? Gli occhi devono piangere e lacrimare, ed è molto bello se puoi piangere con tutto il cuore.
 

Ricorda che se non puoi piangere e versare lacrime con tutto il cuore, non potrai nemmeno ridere, perché questa è l’altra polarità. La gente che sa ridere, sa anche piangere; quelli che non piangono non possono nemmeno ridere. L’avrai osservato a volte nei bambini: se ridono forte e a lungo, iniziano a piangere, perché le due cose sono collegate. Nei villaggi ho sentito le madri dire ai figli: “Non ridere troppo, altrimenti piangerai”. È proprio vero, perché questi due fenomeni non sono diversi – è la stessa energia che si muove verso poli opposti.

Osho, Yoga: The Alpha and Omega # 7