Quantcast

OSHO Times Emotional Ecology La rabbia è una piccola cosa

La rabbia è una piccola cosa

Come rimanere consapevoli mentre si provano emozioni molto forti? La mia rabbia mi appare come migliaia di cavalli selvaggi che mi trascinano con loro!

La rabbia è un fenomeno molto piccolo. Se solo riesci ad aspettare e osservare, non troverai “migliaia di cavalli selvaggi”. Sarà tanto se scoprirai un asinello! Osservala, e lentamente se ne andrà. Arriverà da un lato e se ne andrà dall’altro. Devi solo avere un po’ di pazienza, ed evitare di cavalcarla.

Rabbia, gelosia, invidia, avidità, competitività… tutti i nostri problemi sono piccolissimi, ma l’ego li esagera, li rende più grandi che può.

Non può fare altrimenti; anche la sua rabbia dev’essere grande. Con una grande rabbia, una grande infelicità, una grande avidità e una grande ambizione diventa anch’esso grande.

Ma tu non sei l’ego, sei solo un osservatore. Fatti da parte e lascia che le migliaia di cavalli passino – e vediamo quanto ci mettono a passare. Non devi preoccuparti. Allo stesso modo in cui vengono – sono selvaggi – se ne andranno. Ma noi non ci lasciamo scappare neanche un asinello; subito gli saltiamo in groppa! Non c’è bisogno di migliaia di cavalli selvaggi. Basta una cosa minuscola e sei subito colmo di rabbia, di fuoco. Dopo, riderai della tua stupidità.

Se puoi osservare senza farti coinvolgere, come se qualcosa passasse sullo schermo del cinema o della televisione, osserva. Non devi far nulla per fermare la rabbia, per reprimerla, per distruggerla; non devi estrarre la spada e ucciderla – da dove arriverà questa spada? Dalla stessa fonte da cui arriva la rabbia. È tutta immaginazione.

Osserva e non fare nulla – né a favore né contro.

Rimarrai sorpreso: ciò che sembrava così grande, diventa piccolissimo. Ma noi abbiamo l’abitudine di esagerare.

Un bambino torna a casa di corsa – ha solo tre anni – e dice alla madre: “Mamma, un leone enorme mi ha inseguito per chilometri ruggendo forte! Ma io sono riuscito a scappare. Mi è arrivato vicino molte volte; stava per attaccarmi ma io mi sono messo a correre più veloce”.

La madre guarda il bambino ed esclama: “Tommy, ti ho detto milioni di volte di non esagerare! Come può esserci un leone in città… e hai corso per chilometri? E dov’è il leone ora?”

Il bambino dà un’occhiata fuori dalla porta e dice: “È lì. Ma, per dire la verità, è solo un cagnolino, molto piccolo! Ma mentre mi correva dietro, sembrava… Tu mi dici di non esagerare, e proprio ora hai esagerato affermando di avermelo detto milioni di volte”.

Le nostre menti hanno una tendenza a esagerare. Hai qualche piccolo problema ma, se smetti di esagerare e riesci a vedere chiaramente, scoprirai che vicino alla porta c’è solo un povero cagnolino. Non devi correre per chilometri; la tua vita non è in pericolo.

La rabbia, quando arriva, non ti ucciderà. È stata insieme a te tante volte, e sei sopravvissuto benissimo. È la stessa rabbia che hai incontrato in precedenza. Fai una cosa nuova, una che non hai mai fatto… di solito ti fai coinvolgere e combatti. Questa volta osservala solamente, come se non appartenesse a te, come se fosse la rabbia di qualcun altro. E avrai una grande sorpresa: scomparirà in pochi secondi.

Quando la rabbia scompare senza alcuna lotta, si lascia dietro uno stato di grande bellezza, silenzio e amore.

La stessa energia che con la rabbia poteva diventare conflitto, rimane ora dentro di te. L’energia pura è delizia – sto citando William Blake: “L’energia è delizia” – pura energia senza un nome o una qualificazione… Ma tu non permetti mai che l’energia sia pura. È rabbia oppure odio, o amore, o avidità o desiderio. È sempre impegnata in qualcosa; non la lasci mai esistere in tutta la sua purezza.

Ogniqualvolta un’emozione emerge in te, è una grande occasione per sperimentare energia pura. Osserva, e l’asino se ne andrà. Potrebbe sollevare un po’ di polvere, ma la polvere si poserà per conto suo; non è una cosa che devi fare tu. Aspetta, non allontanarti dalla posizione di aspettare e osservare, e presto ti troverai immerso in un’energia pura, quella che non è stata usata nel conflitto, nella repressione o nella rabbia.

L’energia è certamente delizia. Quando arrivi a conoscere il segreto della delizia, puoi godere di tutte le emozioni: ogni emozione che nasce dentro di te è una grande opportunità.

Osserva, e riversa una cascata di delizia sul tuo essere. A poco a poco tutte queste emozioni scompariranno, non appariranno più – non vengono se non le inviti. Essere vigili, osservazione, consapevolezza, sono nomi diversi dello stesso fenomeno: testimoniare. Questa è la parola chiave.

 

Osho: The Invitation, #4