Quantcast

OSHO Times Emotional Ecology Nato libero

Nato libero

Ultimamente mi sono sentito triste... per nessuna ragione particolare.

Stai controllando – questo potrebbe essere tutto il tuo problema. Non ti fidi della vita. Da qualche parte, in profondità, c’è una sfiducia nella vita. È come se pensassi che, se non le controllassi, le cose andrebbero male; solo se le tieni sotto controllo possono andare bene – devi sempre manovrarle in modo deliberato. Forse sono i condizionamenti della tua infanzia che ti spingono in questa direzione. Ma questo crea grossi danni, perché quando una persona vuole dirigere tutto, la sua vita viene vissuta al minimo.

La vita è un fenomeno molto vasto; è impossibile controllarla. Se vuoi veramente controllarla, devi ridurla al minimo; allora è possibile. Altrimenti la vita è selvaggia.

È selvaggia come queste nuvole e questa pioggia e questa brezza e questi alberi e il cielo. È selvaggia – ma tu hai completamente eliminato la tua parte selvaggia. Ti fa paura, ecco perché non ti apri come potresti, e anche questo contribuisce a creare tristezza.

La tristezza è la stessa energia che poteva diventare felicità.

Se vedi che la tua felicità non fiorisce, diventi triste. Se vedi qualcuno felice, diventi triste e pensi: perché non accade a me? Può accadere anche a te! Non c’è alcun problema. Devi solo decondizionare il tuo passato. Perché possa accadere devi andare un po’ fuori dalla tua strada, quindi fai un piccolo sforzo per aprirti. Anche se all’inizio è un po’ doloroso… All’inizio sarà un po’ doloroso.

Inizia a fare una meditazione ogni sera, cominciando da stasera. Senti di non essere per nulla un essere umano, e scegli un animale che ti piace. Se ti piace il gatto, va bene. Se ti piace il cane, va bene… oppure una tigre – maschio o femmina – qualsiasi animale ti piaccia. Scegli, ma poi attieniti a questa scelta. Diventa quell’animale. Cammina a quattro zampe e diventa quell’animale.

Per quindici minuti goditi questa fantasia più che puoi. Se sei un cane abbaia e fai le cose che ci si aspetta da un cane – e falle veramente! Divertiti e non controllare nulla, perché un cane non è in grado di controllare. Un cane vuol dire libertà assoluta; qualunque cosa accade in quel momento, la fa. In quel momento non introdurre l’elemento umano del controllo. Sii veramente, accanitamente, un cane! Per quindici minuti gira per la stanza… abbaia, salta. Fallo per sette giorni; ti sarà di aiuto.

Ti occorre un po’ più d’energia animale. Sei troppo sofisticato, troppo civilizzato, e questo ti danneggia, ti blocca.

Essere troppo civilizzati è una cosa paralizzante. Va bene a piccole dosi, ma se è troppo, diventa molto pericoloso. Dovresti essere sempre capace di essere un animale.

Il tuo animale va liberato; questo è il tuo problema, per come la vedo io. Se impari a essere un po’ più selvaggio, tutti i tuoi problemi scompariranno. Inizia da stasera – e divertiti!

Osho, The Passion for the Impossible