Quantcast

LE RADICI e LE ALI

LE RADICI e LE ALI

To view our OSHO Monsoon Music & Meditation Festival - 2014 Slideshow,   click here .
 
Allow yourself the luxury of being yourself
 
August 11th - 15th, 2015 Pune India
 
LE RADICI e LE ALI
23-24 Maggio 2015 – a Torino
Un invito alla meditazione
risveglia la consapevolezza 
con un'esperienza diretta e profonda 
della dimensione interiore

SEGRETERIA DELL’EVENTO PER INFORMAZIONI & PRENOTAZIONI:
Cellulare: 339 7699971 – Telefono fisso: 011 7714441 
contatti via e-mail:  info@oshotorinopiemonte.it 
seguici su Facebook:  oshotorinopiemonte

Per aggiornamenti in tempo reale:  bit.ly/radici-ali

PRENOTAZIONI ALBERGHIERE:
Hotel Gallia di Pianezza (Torino) –  http://www.galliahotel.it/ita/hotel.html
Via Torino 29/a — 10044 Pianezza (Torino)
+39.0119943673 –  info@galliahotel.it

All’hotel Gallia sono centralizzate le prenotazioni alberghiere che possono essere fatte via email — oppure per telefono — menzionando l’evento “Le radici e le ali” per poter beneficiare delle tariffe convenzionate.
Il costo della camera singola è di 50 euro a notte, la doppia 60 euro con prima colazione.
Per le altre opzioni di soggiorno vedi alla sezione: informazioni pratiche

Una introduzione esperienziale alla Visione di Osho

“La meditazione è un modo per trovare radicamento in se stessi, esattamente al centro del proprio essere. Quando hai trovato il centro della tua esistenza, scopri sia le tue radici che le tue ali.

Le radici si trovano nell'esistenza, e ti rendono un essere umano più integrato, un individuo. E le ali si trovano nella fragranza che emana quando sei in contatto con l'esistenza. La fragranza è fatta di libertà, amore, compassione, autenticità, sincerità, senso dell'umorismo e una straordinaria sensazione di estasi.

Le radici ti rendono un individuo, e le ali ti danno la libertà di amare, di essere creativo, di condividere senza condizioni la gioia che hai scoperto. Radici e ali esistono insieme, sono le due facce di una stessa esperienza, e l'esperienza è trovare il centro del tuo essere.

Noi ci muoviamo sempre alla circonferenza, in posti che sono lontani dal nostro essere, sempre diretti verso l'esterno. Quando tutto questo cade, quando tutti gli oggetti vengono lasciati da parte, quando chiudi gli occhi a tutto ciò che non sei tu - persino la tua stessa mente, i battiti del tuo cuore vengono lasciati indietro, lontanissimi - rimane solo silenzio.

In questo silenzio lentamente troverai dimora al centro del tuo essere, e allora le radici cresceranno spontaneamente e così anche le ali. Non te ne devi preoccupare. Non puoi comunque farci nulla. Arrivano da sole. C'è solo una condizione da soddisfare: essere a casa, esserci - e l'esistenza intera diventa per te benedizione, estasi.”

Osho: The Osho Upanishad, #9

Gli eventi

Le Meditazioni Attive di Osho
L'arte dei sensi (Meditazioni da Il libro dei segreti di Osho)
Tecniche di Consapevolezza da utilizzare nella vita quotidiana
Osho Evening Meeting — L’incontro serale di meditazione
Celebration
Possibilità di Cucina Vegetariana 
E molto altro…

Una selezione degli eventi proposti

“La meditazione non è un’attività. Non si fa meditazione, si è meditazione.” Osho

Il regalo più grande che puoi farti: due giorni interamente dedicati a te stesso, lontano da routine e stress quotidiano.

Il programma offre l'esperienza di tecniche innovative per liberare l’organismo da tensioni accumulate e rilassare il corpo, la mente e il respiro così da toccare la dimensione del silenzio: lo spazio in cui la nostra vera essenza affiora e si risveglia alla luce della consapevolezza.  

Tra i metodi proposti: le Tecniche Attive – OSHO Active Meditations – espressamente ideate da Osho per corrispondere al particolare equilibrio psicofisico dell'uomo moderno. Metodi tradizionali resi accessibili e comprensibili alla mente contemporanea. Semplici e facili metodi a effetto immediato che possono aiutare a gestire la quotidianità in modo diverso dall’abitudine a reagire o subire ciò che accade.

Le Meditazioni Attive di Osho

http://www.osho.com/it/meditate

"La meditazione non è altro che assoluto rilassamento. Come generare tale rilassamento assoluto dipende da molte cose. Esistono mille e un metodo per crearlo. I miei metodi sono concepiti per creare in te, come prima cosa, la massima agitazione, affinché al tuo interno non resti nulla in sospeso. Una volta espulsa ogni agitazione, ti sarà facile passare al rilassamento, perché non vi saranno più disturbi.

Ai tempi del Buddha, tecniche così dinamiche non erano necessarie: la gente era più semplice e autentica, la vita era più reale; ora invece la vita è molto repressa, irreale. Si sorride quando non se ne ha voglia, si mostra compassione quando si è arrabbiati; la gente è falsa, tutto il suo modo di vivere è ipocrita. La cultura nel suo insieme è come una grande menzogna: le persone stanno recitando, non vivono; per questo nella mente si accumulano tante cose in sospeso e mai concluse.
Dunque, iniziare sedendosi direttamente in meditazione non funzionerà: non appena ti siedi in meditazione, in te si scatena ogni sorta di subbuglio. Restare in silenzio ti sembrerà praticamente impossibile. Pertanto, inizia espellendo quelle cose, così da raggiungere uno stato di rilassamento naturale. La vera meditazione comincia solo quando sei rilassato.

Quindi, tutte le meditazioni dinamiche sono una preparazione alla vera meditazione, ne costituiscono un requisito fondamentale che permette alla meditazione di accadere. Non considerarle vere meditazioni; sono soltanto introduzioni, prefazioni. La vera meditazione inizia soltanto al cessare di ogni attività, sia del corpo sia della mente." Osho

http://www.osho.com/iosho/imeditate

L’arte dell’ascolto e l’esercizio della presenza che si possono sperimentare in questo incontro serale di meditazione sono alla base di quella che è ormai riconosciuta come la più grande innovazione/rivoluzione nell’approccio alla dimensione interiore. Osho, infatti, ha affrontato e risolto il dilemma che mai nessuno aveva messo in luce, nelle tante tradizioni di ricerca del Vero che hanno accompagnato la storia dell’umanità. Infatti, tutti i vecchi metodi di meditazione tradizionali, ideati in passato, hanno al proprio interno una contraddizione implicita che da un lato non è mai stata risolta, dall’altro ha reso difficile, se non impossibile, un approccio naturale al silenzio, lo spazio in cui si dispiega e prende voce la consapevolezza.

È Osho che, per la prima volta, ha spiegato: “Gli insegnanti di meditazione hanno sempre detto alla gente: ‘Resta in silenzio, ma non fare nessuno sforzo’.” Ma con quell’insegnamento “si mette la persona in un dilemma davvero oscuro”. E ha spiegato che, normalmente: “Non c’è modo di essere in silenzio senza fare uno sforzo. Se fosse possibile, non sarebbe mai esistita la necessità di un maestro, non ci sarebbe stato alcun bisogno di insegnare la meditazione. Le persone sarebbero diventate silenziose, senza sforzo alcuno”.

L’innovazione proposta da Osho si trova nei suoi discorsi e nel suo modo di ritmare la parola, radicandola letteralmente nel silenzio, come lui stesso ha spiegato: "Il modo in cui io parlo è un po’ strano. Nessun oratore al mondo parla come me; da un punto di vista tecnico è sbagliato, richiede in pratica il doppio del tempo! Ma un oratore ha uno scopo diverso, il mio intento è del tutto diverso. Gli oratori parlano perché si sono preparati: si limitano a ripetere qualcosa per cui hanno fatto delle prove; secondo, parlano per importi una particolare idea o ideologia. Terzo il loro parlare è un’arte che continuano a raffinare. 

Per ciò che mi riguarda, non sono ciò che viene definito un conferenziere o un oratore, per me non è una questione di arte o di tecnica; dal punto di vista tecnico peggioro ogni giorno, ma il mio scopo è del tutto diverso. Non voglio impressionarti, per poi manipolarti. Nel mio parlare non c’è alcuno scopo, non ho alcun intento: non voglio convertirti al cristianesimo, all’induismo, all’Islam, all’essere teista o ateo. Tutte queste cose non sono nelle mie intenzioni. In realtà, parlare è uno dei miei espedienti per la meditazione; parlare non è mai stato usato in questo modo.

Io non parlo per darti un messaggio, ma per arrestare il funzionamento della tua mente. Parlo senza aver nulla di preparato. Io stesso non so quale sarà la prossima parola, ragion per cui non faccio mai errori, si fanno errori se ci si prepara; io non dimentico mai nulla, perché può accadere se ci si deve ricordare qualcosa. Dunque, parlo con una libertà che forse nessuno ha mai conosciuto. Non mi preoccupa se sono coerente, perché non è questo lo scopo: una persona che ti vuole convincere e manipolare con le sue parole deve essere coerente, logico, razionale per sovrastare la tua ragione. Ti vuole dominare attraverso le parole. Il mio scopo è davvero unico: uso le parole solo per creare degli spazi di silenzio. Le parole non sono importanti, per cui posso dire qualsiasi cosa contraddittoria, fuori luogo, slegata dal contesto, perché il mio scopo è solo creare degli spazi vuoti. Le parole sono secondarie, i silenzi tra quelle parole sono primari: questo è solo un espediente per darti un’intuizione, un bagliore della meditazione. E una volta che sai esserti possibile, hai viaggiato a fondo, nella direzione del tuo essere. 
La maggior parte delle persone del mondo non pensano che sia possibile alla mente essere in silenzio; e poiché pensano che sia impossibile, non ci provano.”

“Il motivo fondamentale per cui parlo è dare alle persone un assaggio di meditazione, quello che dico non ha importanza. Ciò che conta è darti qualche occasione per essere silenzioso, cosa che all’inizio ti è difficile fare da solo.

Non posso obbligarti a essere silenzioso, ma posso creare uno stratagemma in cui, spontaneamente, non puoi che essere silenzioso. Io parlo, e nel bel mezzo di una frase, quando ti aspetti un’altra parola, non arriva nulla, solo una pausa di silenzio. La tua mente è protesa ad ascoltare, aspetta che qualcosa segua, e non desidera perderlo – diventa silenziosa in modo naturale. Cosa può fare la tua povera mente? Se si sapesse quando mi fermo, se fosse chiaro che in quel punto sarò silenzioso, riusciresti a pensare e non saresti silenzioso. Sapresti: ‘Questo è il punto in cui sarà silenzioso, lì posso farmi una chiacchierata con me stesso.’ Ma visto che arriva all’improvviso… neppure io so perché mi fermo in un punto particolare. Una cosa del genere, in un oratore, sarebbe biasimata, perché un oratore che continua a interrompersi mostra di non essere esperto, di non essersi preparato bene. Mostra che ha una memoria labile, che a volte non riesce a trovare la parola da usare. Ma poiché la mia non è oratoria, non mi interessa se vengo criticato. A me interessi tu. E non solo qui, ma lontano… ovunque nel mondo, dove qualcuno ascolta un video o una registrazione audio, arriverà al medesimo silenzio." Osho  

http://www.osho.com/iosho/imeditate?mid=32

Tecniche di Consapevolezza 
da utilizzare nella vita quotidiana

"Di notte, la luna risplende. La notte è il tempo dei mistici, il giorno è il tempo del guerriero. La notte rappresenta un cambiamento dell'intera atmosfera; è più facile meditare di notte che durante il giorno. La meditazione è molto più vicina al sonno di qualsiasi altra attività, con un'unica differenza: nel sonno cadi nell'inconscio, in meditazione resti cosciente, ma con lo stesso rilassamento." Osho

"Qualsiasi cosa ti apporti più consapevolezza, qualsiasi cosa renda la tua vita una vita di gratitudine… qualsiasi attività andrà bene. Quell'attività specifica non è importante, ciò che conta è quello che accade dentro di te." Osho

"Guarda la tua vita: quando sei serio o stressato, sei contratto, non è vero? Se sei disponibile, flessibile, rilassato, presente, in grado di sintonizzarti con il lato luminoso delle cose, puoi accedere più facilmente alla tua intelligenza e alla creatività. Si deve imparare l'arte del rilassamento, anziché apprendere le strategie per conquistare il mondo e la realtà." Osho

Essere consapevole di qualsiasi cosa accada sia dentro di noi sia intorno a noi, è un processo di apprendimento progressivo. Praticamente tutte le attività della vita quotidiana possono essere un'opportunità per essere consapevoli. Nel corso di questo Evento verrai introdotto a tecniche in grado di aiutarti a scoprirlo direttamente, in prima persona.

Osho Evening Meeting

Celebration

“Quando ti senti gioioso, questo è il momento per entrare in sintonia con l'esistenza. Questo è il momento in cui puoi amare gli alberi, la luna, il cielo. Questo è il momento in cui puoi entrare in te stesso molto facilmente, senza alcun impedimento. La meditazione non è per gente che ama soffrire!” Osho

Per Osho la meditazione è tante cose che di solito non vengono associate all’idea di introspezione. 
È meglio ricordarne, ma soprattutto sperimentarne alcune in un evento serale tutto da vivere… per esempio:
La meditazione è gioco,
è creativa ed è creatività
è attenzione e presenza
è la tua natura
è non-fare
è essere testimone
è silenzio
è ricordarsi di sé
è sensibilità
è divertimento
è delizia 
è rilassamento
è calma e quiete
è sentirsi integri
è ricreazione
è riposo
è padronanza di sé
è essere nel presente
è qualcosa che accade
è la tua casa
è vivere con gioia

Il programma

Venerdì 22 Maggio 2015

Per quanti prenotano in hotel è previsto un primo incontro Venerdì nel pomeriggio. La segreteria sarà aperta dalle 15 in poi, per snellire le registrazioni. Nel pomeriggio sarà possibile familiarizzare e avere un primo assaggio delle meditazioni di Osho.
Tutti gli amici che lo desiderano possono unirsi a questo avvio informale e “fuori programma”!

16,30 – 18,00  OSHO Kundalini Meditation
La meditazione Kundalini è un modo gentile per quanto di grande efficacia per rilasciare tutto lo stress accumulato durante il giorno, una pratica regolare ti lascia rigenerato e fluido.
http://www.osho.com/it/meditate/active-meditations/kundalini-meditation

18,45 – 20,00 OSHO Evening Meeting
Questa meditazione serale è il coronamento di tutta la giornata: danza, celebrazione e silenzio – un’opportunità unica per sperimentare la “consapevolezza senza sforzo”, l’essenza dell’esperienza meditativa.  

Sabato 23 Maggio

7,00 – 8,30 OSHO Dynamic Meditation
La più attiva delle tecniche di Osho. Praticare la Meditazione Dinamica all’inizio della giornata è la cosa migliore per rinnovare ogni giorno la propria vita: puoi scaricare tutte le tensioni e tutte le emozioni represse; in questo modo, sarai sveglio, presente e pronto a partecipare pienamente alla vita.
http://www.osho.com/it/meditate/active-meditations/dynamic-meditation

9,30 – 10,00 Che cos’è la meditazione?
Per vivere una vita di pienezza è fondamentale, come prima cosa, occorre trovare il tempo per conoscersi e mettere a fuoco le proprie potenzialità, solo scoprendo ciò che si è diventa facile una realizzazione consapevole dei talenti che ciascuno di noi ha dentro di sé. 

La meditazione è la strada che ti porta a questa conoscenza e soprattutto a un’intima comprensione di chi sei. E la bellezza di questa scienza della dimensione interiore è che permette a chiunque lo desideri, di sperimentare ed esplorare la propria interiorità, per proprio conto. Facendolo, si elimina la dipendenza da un'autorità esterna, il bisogno di essere affiliati a qualche organizzazione e l'obbligo di accettare una particolare ideologia. 

È sufficiente comprendere quali sono i passi da compiere, poi diventa possibile camminare da soli, con il proprio ritmo, in base al proprio sentire e in sintonia con la propria individualità. 

10,00 – 11,30 OSHO Nataraj Meditation 
Nataraj è l'energia della danza. Questa è danza in quanto meditazione totale, dove tutte le divisioni interiori scompaiono e rimane soltanto una sottile consapevolezza rilassata. 
http://www.osho.com/it/meditate/active-meditations/nataraj-meditation

11,30 – 12,00 Pausa 

12,00 – 13,00 L’arte della meditazione
Un approfondimento di una prospettiva troppo spesso dimenticata che è fondamentale non perdere di vista, anche perché la meditazione è principalmente una creazione di se stessi e della propria vita. 
Durante l’evento si sperimenteranno curiose e insolite tecniche di consapevolezza da usare poi nella vita quotidiana.

13,00 – 14,30 
pausa pranzo

14,30 – 16,00 Il risveglio dei sensi – Sii consapevole di chi sta sentendo 
Una tecnica di meditazione tratta da “Il libro dei segreti” di Osho che permette di diventare più aperti rispetto ai propri sensi ed essere più consapevoli di chi effettivamente sta sentendo.

16,15 – 17,00  Condivisione
Uno spazio per condividere e approfondire l’esperienza che si sta vivendo. Ma anche per comprendere il trucco che permette di trasformare la tua vita quotidiana in meditazione.

17,00 – 18,30 OSHO Kundalini Meditation 
La tecnica ideale per scuotere la solidità pietrificata in cui facilmente le energie si congelano a causa dei ritmi sociali congestionati in cui si vive; un metodo molto divertente per risvegliare le energie addormentate e rigenerare il flusso vitale.
http://www.osho.com/it/meditate/active-meditations/kundalini-meditation

18,45 – 20,00  Osho Evening Meeting
L’evento più rivoluzionario all’interno della visione di Osho. Si inizia danzando al ritmo di una musica altamente energetica – “una celebrazione di energia selvaggia” – e si continua stando seduti e ascoltando il suono di musica indiana, intercalato da pause di silenzio. 

Il videodiscorso di Osho che segue permette di proseguire nell’esplorazione di quella che è semplicemente “arte dell’ascolto”, ovvero l’arte di usare una consapevolezza passiva del suono, per scoprire come essere un testimone silenzioso di tutto ciò che accade, dentro e fuori di noi. Se riusciamo a permettere a noi stessi di rilassarci nei suoni, come se ascoltassimo il chiocciare dell’acqua che scorre, oppure il frusciare del vento tra gli alberi, ecco che le “parole” diventano più simili a musica. E anziché ascoltare “intellettualmente”, come ci è stato insegnato fin dall’infanzia, diventa possibile imparare ad ascoltare “silenziosamente”, senza fare commenti di sorta; restando semplicemente e pienamente consapevoli di ogni suono. In breve: “senza fare nulla”, eppure totalmente attenti e presenti”. 

La realtà strana è che solo in quel modo che diventa davvero possibile assorbire il significato di ciò che viene detto nel modo adeguato alla nostra situazione di quel momento specifico.

20,00 – 21,30  pausa cena 

21,30 – 23,00 Celebration
"La mia meditazione è semplice. Non richiede alcuna pratica complessa. 
È davvero semplice: è cantare, è danzare, è sedersi semplicemente in silenzio. 
È essere a proprio agio con l'esistenza. È accettare l'esistenza come la propria casa." Osho

Un invito a lasciarsi andare e ad abbandonare la tendenza a preoccuparsi: leggerezza, gioco, radicamento creano lo spazio in cui la meditazione accade e l’incontro con se stessi e gli altri diventa un gioioso fluire dell’energia vitale.

Nella danza, nel canto, nell’incontrarsi puro e semplice si nasconde il mistero del nostro essere al mondo...
Una serata tutta da vivere! Lasciando alla vita il suo fluire.

Domenica 24 Maggio

7,00 – 8,30  Osho Dynamic Meditation
La tecnica è preceduta da un’accurata presentazione delle sottili implicazioni di un metodo che nel mondo è ormai suggerito come strumento di riequilibrio energetico portante per i tanti disagi prodotti dalla grande svolta epocale che stiamo vivendo. Di fatto, la più grande mutazione mai vissuta dall’essere umano. 

9,30 – 11,00 OSHO Dalla testa al cuore
Alla scoperta della possibilità di spostare la propria consapevolezza e la propria energia dalla testa al cuore, dal pensare al sentire… all'essere. Rilassarsi nella vastità e nell'accettazione del cuore apre a un nuovo stile di vita meditativo.

11 – 11,30 Pausa

11,30 – 13,00  OSHO Devavani Meditation
In questa tecnica in modo pacato e quieto una lingua che non è familiare si esprime attraverso il meditatore, che diventa un recipiente vuoto. 
Questa tecnica rilassa in profondità la mente e crea una tangibile pace interiore.
http://www.osho.com/it/meditate/active-meditations/devavani-meditation

13,00 – 14,30   Pausa pranzo

14,30 – 16,00  OSHO Nadabrahma Meditation
In questa meditazione le tue parti in conflitto inizieranno a entrare in sintonia, e tu potrai portare armonia a tutto il tuo essere. Poi, con il corpo e la mente perfettamente riuniti, ecco che "scivoli fuori dalla loro morsa" e diventi un testimone di entrambi. 
http://www.osho.com/it/meditate/active-meditations/nadabrahma-meditation

16,15 – 17,15  Condivisione
Uno spazio di condivisione per non lasciare qualcosa di irrisolto in questa esperienza, per molti del tutto nuova.

17,30 – 18,45  OSHO No Dimension 
Grazie al respiro e a una serie di movimenti coordinati del corpo, seguiti da una fase di danza roteante, la tua energia si centra. A quel punto diventa possibile osservare la mente e sperimentare consapevolezza e integrità.
http://www.osho.com/it/meditate/active-meditations/no-dimensions-meditation

19,00 – 20,30  Osho Evening Meeting
“Ciò che non può essere espresso a parole deve essere sperimentato: questa è una grande opportunità per entrare nello spazio interiore. In questo incontro sperimenti qualcosa di cui nessuno è stato in grado di dare una definizione: è il culmine di tutta la giornata di lavoro, di meditazione o di partecipazione ai gruppi.” Osho

L’Hotel Gallia

http://www.galliahotel.it/ita/hotel.html

Di recente costruzione l’hotel ha 56 camere insonorizzate con aria condizionata e i migliori comfort tra cui ADSL gratuita, e dispone di nuovi adeguamenti tecnologici che lo portano a distinguersi per comfort, design e assenza di barriere architettoniche.

L' ottima posizione comoda alla tangenziale torinese rende l' hotel Gallia facilmente accessibile.
Per l’evento avremo a disposizione un ampio foyer per l’accoglienza, e una sala di 340 metri quadrati, con luce naturale diretta, climatizzata e corredata dell’attrezzatura tecnica necessaria.

Una seconda sala altrettanto ampia è resa disponibile come zona guardaroba e ristorazione.
Due stanze spogliatoio – maschile e femminile – completano la nostra offerta.

sistemazione alberghiera
Il costo del pernottamento è il seguente, al giorno: 
50 euro a persona in camera singola, con colazione 
70 euro in camera singola, pensione completa 
30 euro a persona in camera doppia, con colazione 
50 euro a persona in doppia, a pensione completa 
Camera tripla: 47 euro a persona, solo pensione completa 
Camera quadrupla: 45 euro persona solo pensione completa 
Per tutte le soluzioni si conteggia a parte l’imposta di soggiorno pari a 1 euro a persona al giorno
L’Hotel è anche consorziato con altre strutture nelle vicinanze per coprire eventuali eccedenze.  
Per poter beneficiare delle tariffe agevolate, per la prenotazione contattare direttamente: 
Hotel Gallia – Via Torino, 29/A – 10044 Pianezza (TO) 
info@galliahotel.it – Tel. +39 011 994.36.73 – Fax. +39 011 994.36.80
Pagamento con Carta di credito a garanzia. 
Per cancellazioni dopo il 21 maggio 2014 non è previsto alcun rimborso. 

servizio ristorazione 
Considerata la tipologia dell’evento, con il ristorante dell’Hotel Gallia si è concordato un servizio a buffet a pranzo e a cena, con menù vegetariano, al costo di 10,00 euro a pasto per tutti i partecipanti che non pernottano in albergo, nelle giornate di sabato e domenica. 

Il servizio è garantito su prenotazione ed è legato a una prevendita dei buoni pasto, gestita dalla segreteria dell’Evento. 
Il servizio Bar e Caffetteria all’interno della struttura, resta disponibile per tutto il giorno e propone colazioni, snack, coffee break, piatti veloci e panini per quanti lo desiderano.

Suggerimenti pratici

Per partecipare alle meditazioni ti consigliamo di indossare abiti comodi che non stringano in vita, oppure una tuta da ginnastica. Inoltre è bene portare un paio di calze, meglio antiscivolo, o scarpe da interni da usare esclusivamente nella sala di meditazione; un cuscino, una stuoia o un tappetino in materiale isolante e una copertina leggera.
Inoltre è importante ricordare che è possibile ed è importante rilassarsi in qualsiasi momento lo si desideri, ritmando la partecipazione agli eventi in base al proprio sentire del momento. 

Contributo all'evento

SEGRETERIA DELL’EVENTO PER INFORMAZIONI & PRENOTAZIONI:
Cellulare: 339 7699971 – Telefono fisso: 011.7714441 
contatti via e-mail:  info@oshotorinopiemonte.it 
seguici su Facebook:  oshotorinopiemonte

Per la partecipazione: 80 Euro
La giornata singola: 50 Euro
Inclusa è anche la tessera CO.NA.CREIS valida per un anno in tutte le sedi affiliate.

Vista la tipologia dell’evento non sono possibili partecipazioni a singole attività o a mezze giornate.
Data l’alta affluenza prevista ti suggeriamo di prenotare in tutti i casi, contattando la segreteria dell’Evento, per le modalità da seguire. Soltanto se pernotti all’Hotel Gallia la prenotazione alberghiera viene accettata come preregistrazione, all’arrivo ti verrà dato il modulo di iscrizione. Altrimenti ti accoglieremo in base alla disponibilità della sala.
I costi del soggiorno e dei pasti sono a parte. 
Per le offerte alberghiere, contattare:  info@galliahotel.it 
Tel. +39 011 994.36.73 – Fax. +39 011 994.36.80

NOTA BENE: se pensi di trovare una sistemazione alloggio alternativa, oppure vivi nelle vicinanze, poiché abbiamo un limite di ricettività che non possiamo superare, ti chiediamo di  comunicare in anticipo la tua adesione, inviando una mail a  info@oshotorinopiemonte.it – Oppure telefonando alla segreteria dell’evento.

Come arrivare

http://www.galliahotel.it/ita/dovesiamo.html

L’Hotel Gallia è comodamente raggiungibile dalla Tangenziale Nord di Torino, con uscita “Pianezza-Collegno” nei pressi di IKEA, proseguendo poi sulla S.S. 24 in direzione Pianezza per 2 chilometri (per chi arriva da Torino uscita consigliata “Savonera”).